COS’È LO SMART WORKING

Lo smart working è un processo di co-progettazione di nuovi e più ampi confini spazio-temporali della prestazione lavorativa, risultante da un accordo tra il/la lavoratore/trice e l’azienda, in grado di migliorare il livello di soddisfazione ad entrambe le parti.

Cos'è lo Smart Working?

Smart working significa riprogettare il lavoro in modo più conveniente ed intelligente.

Lo Smart Working prevede di ripensare e riprogettare il lavoro in modo più conveniente, mettendo in discussione i concetti tradizionali come il luogo e l’orario di lavoro, responsabilizzando i lavoratori e dando loro maggior fiducia, autonomia e flessibilità, oltre alla tecnologia necessaria per individuare e ridefinire le nuove modalità che consentano loro di arrivare ad obiettivi e a risultati condivisi.

Lavorare in modo smart significa permettere un uso intelligente e più intenso delle tecnologie, dare vita a processi di innovazione tecnologica e dematerializzazione, consentire un nuovo utilizzo degli spazi e come abbiamo riscontrato quest’anno, rispondere alle situazioni emergenziali per una messa in sicurezza delle persone e per garantire la continuità della propria attività.

Le nuove competenze smart

In generale il lavoro agile richiede come prerequisito fondamentale quello di creare un contesto basato sulla fiducia: una competenza manageriale imprescindibile che permette di valorizzare e stimolare nuove capacità come l’autonomia e la responsabilità, la gestione del tempo e la proattività.

Una trasformazione radicale delle modalità di lavoro e delle competenze soft che va di pari passo con la necessità di orientarsi ad obiettivi da raggiungere e ad un sistema basato sull’efficacia e sulla valutazione dei risultati. Il lavoro agile rappresenta quindi una grandissima occasione per aprirsi verso un orizzonte di profondo cambiamento di metodi e strumenti di lavoro.

Scopri i vantaggi dello Smart Working

Smart working significa immaginare nuovi orizzonti

Lo smart working presenta un grande vantaggio: è uno strumento agile nel vero senso della parola e risponde alle convenienze (non solo esigenze e bisogni ma anche desideri e aspettative) di ciascun soggetto coinvolto nel processo di lavoro generando un miglioramento della soddisfazione. Si tratta essenzialmente di trovare nuovi equilibri.

ll lavoro smart può diventare un efficace elemento di attrattività aziendale anche per i potenziali collaboratori che abitano lontano; può fungere da acceleratore della digital transformation perché motiva le persone ad utilizzare le tecnologie; può rinforzare il processo di transizione verso una leadership dei manager più ingaggiante e collaborativa.

Scopri il metodo certificato C.O.R.E. ideato da Variazioni.

C.O.R.E. è un metodo certificato ideato da Variazioni che indica le 4 aree di analisi per introdurre e sviluppare lo smart working: l’area Culturale, Organizzativa, Regolativa ed Economica

Attraverso l’osservazione, analisi e progettazione di queste quattro dimensioni/aree, l’azienda (suoi decision maker) e Variazioni, effettuano una lettura dei processi organizzativi interni, chiarisce gli obiettivi e progetta i miglioramenti da apportare, senza trascurare nessuna area di quelle sopra citate, pena l’insuccesso dell’intervento stesso.

Per implementare lo smart working sia in azienda sia nella Pubblica Amministrazione è necessario fare riferimento a queste quattro aree di intervento,  utilizzate per facilitare e rendere efficaci i servizi e prodotti erogati nell’ambito della gestione del personale e in particolare di interventi volti a migliorare il benessere lavorativo e raggiungere un migliore work-life balance.

Cultura

Cultura significa valori, comunicazione, formazione e informazione. È l’ambito della “condivisione dei saperi”, dei valori, delle regole, delle procedure e della individuazione del patrimonio materiale e immateriale dell’azienda. È l’area che pone le basi affinché ciascun attore contribuisca al raggiungimento dei risultati assumendosene parte della responsabilità e dei meriti. Attraverso condivisione e co-progettazione Variazioni garantisce successo al vostro progetto.

Organizzazione

Organizzazione significa saper “mettere a terra” la volontà di cambiamento, il progetto, l’intervento. La capacità della messa a terra dipende dalla presenza di competenze adeguate e dalla capacità di rendere stabili e strutturali le novità. Ciascun processo di cambiamento deve trovare ruoli e organismi di gestione che lo rappresentino e lo sappiano applicare. Per questo è fondamentale chiarire gli obiettivi, i mezzi per raggiungerli e il relativo sistema di valutazione.

Regolazione

Regolazione: ciascun intervento è soggetto a regole esterne o previe, che l’organizzazione eredita e che non sempre è in grado di modificare. Ma è anche caratterizzato da regole che vengono costruite dai partecipanti. Con Variazioni le regole e le procedure verranno verificate e se necessario riscritte perché siano adeguate a raggiungere gli obiettivi della vostra organizzazione;

Economia

Economia significa convenienza e monitoraggio. Ciascun soggetto partecipa al processo del cambiamento se è convinto che questo sia per lui profittevole. Variazioni progetta sistemi di monitoraggio che verificano che ogni soggetto tragga benefici dal progetto implementato con una attenzione costante ai ritorni materiali ed economici che l’azienda deve ottenere.

Smart working come funziona

I vantaggi dello Smart Working

Legge

Il Lavoro Agile in Italia è Legge: dal 10 Maggio 2017, ancora più di prima è possibile avere smart worker soddisfatti e produttivi.

Risparmio

L’azienda risparmia e si innova: riduzione assenze, taglio costi, miglioramento processi, aumento produttività.

Soddisfazione

Le persone sono felici e produttive: risparmiano tempo e denaro, guadagnano in benessere e soddisfazione.

Produttività

I manager sono soddisfatti: il 95% dichiara produttività costante, aumento della motivazione e miglioramento nelle relazioni.

Smart Working una soluzione win win win: ambiente, persone e business

Nel panorama odierno la questione sulla salvaguardia ambientale è sempre più sentita.

Nel panorama odierno la questione sulla salvaguardia ambientale è sempre più sentita: tra i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile posti dall’ONU che dovranno essere realizzati entro il 2030, c’è infatti l’adottare misure urgenti per combattere i cambiamenti climatici e le loro conseguenze.

Lo Smart Working sia una soluzione in grado di portare benefici anche all’ambiente. Infatti, le nostre abitudini lavorative hanno un impatto sull’ambiente. Secondo l’Istat nel 2019, 22,4 milioni di occupati si sono mossi quotidianamente sul territorio nazionale per raggiungere il luogo di lavoro:  considerando dati medi, i grammi di CO2 prodotti dai pendolari si attestano, giornalmente, tra i 4,8 e i 21,5 a seconda che debbano percorrere, rispettivamente, meno di 20 chilometri o più di 50. 

Il periodo di emergenza sanitaria che ha costretto molti lavoratori a svolgere la propria attività da casa ha mostrato come evitare, ad esempio, gli spostamenti casa-lavoro abbiano un impatto sulla riduzione dell’inquinamento. Il non utilizzo dell’automobile si è tradotto in un abbattimento delle emissioni inquinanti nell’aria: meno inquinamento atmosferico, ma anche meno inquinamento acustico.

 L’ENEA, L’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha condotto nel 2020 uno studio coinvolgendo 29 pubbliche amministrazioni e 5.500 lavoratori.

Dalla ricerca è emerso come lo smart working abbia ridotto la mobilità quotidiana di circa un’ora e mezza in media a persona: in totale i chilometri evitati sono di 46 milioni. Oltre al beneficio dal punto di vista personale dei lavoratori in termini di tempo risparmiato, è stato registrato un taglio di emissioni e inquinanti stimato intorno alle 8 mila tonnellate di CO₂.

In base ai dati che riguardano il mercato del lavoro e lo spostamento dei lavoratori pendolari, è stato ipotizzato che se tutti i lavoratori fossero in grado di lavorare da casa, in tutto il mondo, anche solo per un giorno alla settimana, in un anno sarebbe possibile risparmiare circa l’1% del consumo globale di petrolio per il trasporto di persone su strada.

I risparmi per le aziende grazie al Lavoro Agile sono infiniti.

Secondo la ricerca svolta da Variazioni, il lavoro agile permette al 70% degli smart worker di evitare l’utilizzo di un mezzo di trasporto privato. Se solo 1000 persone facessero smart working 3 giorni alla settimana, in un territorio non verrebbero emessi 255 t di CO₂: per poter avere lo stesso risultato senza lo smart working, andrebbero piantati 17.032 alberi. 

Inoltre, mediamente il 24% del tempo risparmiato nelle giornate di lavoro agile viene reinvestito in lavoro.

Un giorno di Smart Working

40 KM non percorsi

67 min risparmiati

20 € guadagnati

Se in 1 anno 5 milioni di smart workers lavorassero a distanza per 2 giorni a settimana

166 mln Alberi Piantati

49.000 Viaggi sulla Luna

2.500.000 t di Co2 non emessa

Inizia il tuo progetto Smart

Clienti selezionati

Scopri le esperienze smart dei nostri clienti selezionati

Insightful philosophy

Scopri la nostra Mission

SCOPRI LA MISSION
Trasforma la tua azienda

Richiedi una consulenza

CONTATTACI