Skip to main content

SU CORRIERE COMUNICAZIONE PARLIAMO DI SMART WORKING COME STRUMENTO PREZIOSO PER ABBATTERE IL GENDER PAY GAP

Secondo un report di Varazioni, presentato alla Camera, la messa a regime del lavoro agile favorirebbe una maggiore condivisione del lavoro di cura tra donne e uomini e funzionerebbe da “equalizzatore retributivo” dato che il “tempo” non è più fattore chiave e per determinare  lo stipendio.

Sono intervenute a riguardo la nostra CEO Arianna Visentini e la nostra co-fondatrice Stefania Cazzarolli, evidenziando come l’introduzione degli incentivi anche di tipo fiscale e alla semplificazione burocratica dell’introduzione del lavoro agile nelle piccole medie aziende, possa rappresentare l’approccio più corretto per innescare una trasformazione culturale e una progressiva trasparenza delle retribuzioni.

Leave a Reply